Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_newyork

Rimpatrio aereo sanitario d’urgenza

 

Rimpatrio aereo sanitario d’urgenza

Si effettua a favore di cittadini italiani gravemente malati, traumatizzati e solo in caso di:

• pericolo di vita di persone non trasferibili con altri mezzi e nel caso non esista la possibilità di ricevere adeguate cure sul posto;
• nel caso di interventi sanitari da effettuare in tempi limitati e inderogabili (es.trapianti).

La richiesta deve essere presentata dal medico responsabile della struttura sanitaria nella quale il paziente è ricoverato alla Prefettura competente per territorio in Italia (quella della Provincia dove il paziente deve sbarcare) tramite l'Ufficio Assistenza del Consolato Generale (tel. 212.439 8606). La Prefettura si occuperà di interessare il Comando Operativo Interforze della Difesa.

Il paziente può essere accompagnato da una sola persona al seguito, solo se la capacità di carico del vettore lo consente, e deve essere in possesso di documenti di identificazione ed espatrio in corso di validità. L’autorità richiedente deve inoltre curare la predisposizione dei seguenti documenti:

A) Certificato medico che richieda l’aerotrasporto, specificando:

• l’intrasportabilità con mezzi ordinari e linee aeree civili,
• la qualifica del personale (medico o paramedico) incaricato di prestare assistenza a bordo,
• l’esigenza di disporre di particolari attrezzature a bordo (barella, respiratore,ecc)
• il tipo di patologia,
• il luogo di prelevamento e di destinazione del paziente,
• le generalità del paziente, dell’accompagnatore e del medico richiedente.

B) Dichiarazione dell’interessato o del suo più stretto familiare, di esonero dell’equipaggio del velivolo e della Pubblica Amministrazione da qualsiasi rivalsa diretta od indiretta;

C) Dichiarazione dell’avvenuto coordinamento con la struttura sanitaria da cui il paziente viene dimesso (Ente sanitario di rilascio) e la struttura di destinazione (Ente sanitario di ricezione) in merito al trasporto con ambulanza per l’aeroporto di partenza e dall’aeroporto di arrivo.

Il Consolato Generale fornirà tutta l'assistenza necessaria per il rapido disbrigo di tutte le pratiche richieste.

 


22