Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_newyork

Cittadinanza per discendenza “iure sanguinis”

 

Cittadinanza per discendenza “iure sanguinis”

E’ cittadino Italiano il figlio di padre o madre cittadini italiani. La cittadinanza si trasmette da padre a figlio senza limiti di generazione a condizione che né l’istante né gli ascendenti abbiano mai rinunciato alla cittadinanza italiana. La trasmissione della cittadinanza per linea materna è possibile solo per i figli nati dopo il 1° gennaio 1948. Si precisa che la normativa vigente consente il possesso di piu’ di una cittadinanza.
Il possesso dei requisiti per la presentazione della domanda di cittadinanza è determinato dalla legge in vigore al momento della nascita.
E’ onere del richiedente presentare la documentazione richiesta dalla normativa. L’ufficio si riserva di richiedere ulteriori informazioni e documenti. Per fissare un appuntamento con l'ufficio cittadinanza del Consolato italiano di New York si prega di cliccare qui.

Qui di seguito si elencano alcune categorie a cui fare riferimento a scopo esemplificativo:

 

  1. Discendenza diretta da padre o da madre (se ramo materno solo per i nati dopo il 1° gennaio 1948) nati in Italia e cittadini italiani al momento della nascita del richiedente. Il richiedente non deve aver sottoscritto atti di rinuncia alla cittadinanza italiana.
  2. Discendenza in linea retta da avo nato in Italia e cittadino italiano al momento della nascita del figlio/a (se ramo materno la norma vale per coloro che sono nati dopo il 1° gennaio del 1948), a condizione che nessuno dei discendenti in linea retta abbia perso la cittadinanza italiana ovvero abbia sottoscritto atti di rinuncia alla stessa
  3. Discendenza da madre italiana prima del 1° gennaio 1948: fattispecie non disciplinata da legge. L'utente che ricade in questa categoria dovra' ricorrere ad un tribunale civile italiano per ottenere il riconoscimento di cittadinanza.

 

 

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

La documentazione da presentare e’ la seguente:

- FORMULARI (compilati dal richiedente e dai suoi ascendenti):

- PASSAPORTO VALIDO (piu’ copia);

- PATENTE DI GUIDA (piu’ copia);

- PROVA DI RESIDENZA (bolletta elettrica o altra utenza);

- TUTTI I CERTIFICATI ORIGINALI (nascita, matrimonio, morte) rilasciati dalle autorità statunitensi in forma integrale (long form/extended form), legalizzati con l’APOSTILLE del Segretario di Stato (Per gli Stati di New York, Connecticut e Bermuda cliccare qui) e con la TRADUZIONE in lingua italiana del solo certificato (v. elenco traduttori di riferimento);

- sentenza di divorzio (in caso di divorzio dell’ascendente);

- copia autenticata della “DECLARATION OF INTENTION”/ “PETITION FOR NATURALIZATION” rilasciata dal National Archive (www.archives.gov)
(non e’ richiesta la traduzione);

- CERTIFICATO DI NATURALIZZAZIONE STATUNITENSE (non e’ richiesta traduzione);

 

Se l’avo nato in Italia non si e’ naturalizzato cittadino americano si richiede:

- CERTIFICATE OF NONEXISTENCE OF RECORDS rilasciato dal U.S. Citizenship & Immigration Services (www.uscis.gov) senza traduzione in cui si precisa che la persona era ritenuta ALIEN

- COPIA AUTENTICATA del CENSIMENTO successivo alla nascita negli Stati Uniti del primo discendente diretto (www.census.gov) senza traduzione.

 

 

Raccomandazioni

 

  • E’ responsabilità del richiedente fare in modo che le informazioni (nomi, cognomi e date) nei documenti siano corrette. Ogni discrepanza nei certificati può ritardare o ostacolare la procedura di riconoscimento della cittadinanza italiana.
  • Nel caso in cui un altro membro della stessa famiglia residente in questa circoscrizione consolare sia interessato a presentare in futuro istanza di riconoscimento della cittadinanza italiana, questi potrà fare riferimento ai documenti relativi agli stessi ascendenti già agli atti del Consolato.
  • I certificati rilasciati da Paesi diversi dagli Stati Uniti devono essere legalizzati dalla sede consolare del Paese di riferimento, secondo le procedure indicate sul sito del Consolato italiano competente
  • I residenti presso questa circoscrizione consolare i cui familiari abbiano gia’ ottenuto il riconoscimento della cittadinanza presso un Consolato italiano diverso da questo o presso il Comune, dovranno presentare tutta la documentazione in originale, relativa a tutti i diretti ascendenti.
  • L’ufficio si riserva di chiedere ulteriore documentazione qualora gli elementi a disposizione siano ritenuti insufficienti per una corretta ed inequivocabile valutazione dell’istanza di cittadinanza iure sanguinis.

31